Come incassare dal 10% al 15% dalla vendita dei cappuccini in 5 step

Se hai una attività di bar o di caffetteria, sei di sicuro alla ricerca di sistemi efficaci per poter incassare di più, il tuo problema è assolutamente la priorità, perché ti sta creando tutta una serie di difficoltà.

Non riesci più a far fronte a tutte le spese, non riesci a pagare i fornitori regolarmente come vorresti, le banche ti pressano per rientrare in fretta e la tua unica fonte di introito è l’incasso del bar, che non ti basta più.

Link articolo originale qui: http://www.caffetteriavincente.com/come-incassare-dal-10-al-15-dalla-vendita-dei-cappuccini-in-5-step/

Caffè a 60 centesimi: Politica vincente per il tuo bar?

[javascript][/javascript]

food-beans-coffee-drink-large

L’idea di questa guida nasce dalla domanda di un nostro cliente, il quale ci chiede se la politica del prezzo più basso per ogni tazzina di caffè sia una politica vincente.

Proprio come descritto nel titolo, in questa guida, andremo a capire se questo tipo di strategia per chi gestisce un bar sia proficua o meno.

Il ragionamento fatto si base seguendo questi punti chiave:

  1. Problemi: Abbassare i prezzi di ogni singola tazzina di caffè comporta, innegabilmente, dover fa fronte ad una valanga di problemi e giusto mettere in conto prima di fare questo tipo di scelta. Nelle righe successive scoprirai quali sono questi problemi.
  2. Vantaggi: Quali sono i vantaggi di abbassare i prezzi del caffè. È giusto? Continua leggere per scoprire quali sono i vantaggi di questa scelta.
  3. Svantaggi: Se ci sono dei vantaggi ci sono anche grossi svantaggi, nel corso di questa guida ti aiuteremo a capire quali sono.

Se stai pensando di abbassare il prezzo del caffè nel tuo bar inizia a capire che devi fare fronte a non pochi problemi. Questa è la risposta che, mano sul cuore, diamo ai nostri clienti quando ci viene posta, questa “scomoda” domande. Nelle righe successiva ti spieghiamo quali sono.

Tasse

Primo scoglio che devi affrontare quando decidi di abbassare il prezzo del caffè è proprio quello fiscale. Se vendi il tuo caffè a 60 centesimi devi considerare che su questo ci devi pagare l’IVA. L’incasso netto derivante dalla vendita del tuo caffe “ribassato” sarà dunque di al massimo 54 centesimi. Un barista navigato rabbrividerebbe al solo vedere questa cifra, ma noi continuiamo il nostro ragionamento.

Costi

Come ben saprai, se gestisci un bar, il caffè ha un costo che deve essere scalato dal costo di vendita. Ma, lo sai meglio di noi, non finisce qui. Ad ogni modo tolta l’IVA e i costi del caffè in media il tuo incasso scende a 39/34 centesi per tazzina. Inoltre, a questo costo, dovrai togliere anche i costi di affitto del locale, ammortamento macchinari e costi del personale.

Guadagno

Essendo un imprenditore devi tener conto anche di un tuo guadagno che tolti i costi sopracitati si abbassa notevolmente. Spetta a te quindi decidere.

Fatto tutto questo, fondamentale, ragionamento è giusto cercare di capire quali sono i vantaggi e gli svantaggi di abbassare il prezzo di ogni singolo a caffè a 60 centesimi.

Vantaggi

Potrebbe essere dunque una strategia che porti parecchi nuovi clienti, che in fase di apertura di una nuova attività, può generare nuovo guadagno. Per gli aperitivi oppure per i pranzi. Il consiglio è quello di fare molta attenzione però. Non avendo grande margine, oltre a rischiare di andare in perdita, non riuscendo a pagare i fornitori, è quello di commettere un grande errore. Continua leggere, si trova nella sezione “svantaggi” di questa guida.

Svantaggi

Oltre al fattore importantissimo, ovvero quello dei costi, c’è un fattore più importante che questo tipo di politica aziendale può generare. Poco prestigio. Il cliente che entrerà all’interno del tuo bar non potrà far altro che classificare il tuo caffè come un caffè “economico” che vale poco così come il tuo servizio. Di conseguenza il prestigio e il nome del tuo locale, sul lungo periodo ne andreanno a perdere.